Menu
RSS

Sciopero recapito aprile-maggio 2014

Il ricorso al lavoro straordinario, comunque mascherato, continua ad essere una consuetudine quotidiana. L'imminente svendita di Poste certo non porterà ad un miglioramento della situazione.Questa situazione non può vederci concordi.
Poste Italiane ha chiuso l’anno 2013 con un utile netto di 1005 milioni e con una continua contrazione di personale.

La prestazione dei portalettere è diventata "illimitata" sia nel tempo che nei contenuti: all'ordine del giorno sono ora le pagine bianche, consegnate dai postini, con i loro mezzi, in gran parte del territorio.Non la facciamo lunga e dichiariamo un nuovo periodo di astensione da ogni prestazione straordinaria e/o aggiuntiva, comunque formulata, per tutti gli addetti del settore recapito che eseguiranno la loro prestazione lavorativa esclusivamente all'interno dell'orario contrattuale giornaliero
Lo sciopero avrà inizio il 26 aprile 2014 e si concluderà il 23 maggio 2014.
Tentativo obbligatorio di conciliazione effettuato in data 14 aprile 2014.

SI Cobas