Menu
RSS

Ferie imposte

FERIE IMPOSTE..... “D’UFFICIO”, un’ altro abuso si aggiunge.....

Ad ogni inizio mese, nelle varie strutture lavo rative viene inviata la richiesta di smaltimento delle ferie. I lavoratori ricevono pressioni psicologiche atte ad obbligarli alla fruizione delle stesse generando stress, disagio e malcontento..

L’Art. 38 del CCNL Comma VIII cita:

La Società assicura comunque al lavoratore il godimento di 2 settimane continuative di ferie nel periodo 15 giugno - 15 settembre. In aggiunta la Società assicura, su richiesta del dipendente, un’ulteriore settimana di ferie collocata nel periodo 15 gennaio – 15 aprile.

Stanno tentando di trasformare un Diritto sancito dalla costituzione (art. 32), in un dovere. L’esigenza del lavoratore di usufruire di un periodo di riposo per il ripristino delle energie psicofisiche viene vanificata. C’è una relazione tra incidenti sul lavoro (infortuni) e la mancata fruizione di un periodo di ferie? Quale sicurezza, quale tutela questa azienda manifesta nei confronti della salute dei propri dipendenti? Tutto ciò può accadere solamente perché c’è complicità tra le cosiddette organizzazioni sindacali di categoria e l’azienda, non esiste nessuna azione di contrasto atta a tutelare e difendere la Dignità ed i Diritti dei lavoratori. Non si può sottostare alle imposizioni aziendali che di fatto peggiorano le nostre condizioni di lavoro. Un invito a riflettere:

Ai proclami di utili stratosferici (ottenuti dal sacrificio dei Lavoratori) seguono, il peggioramento delle condizioni di lavoro, l’aumento dei carichi, una contrazione delle retribuzioni. Meditate Gente……Meditate…..

S.I. COBAS Siracusa